Posts tagged ‘voto di scambio’

luglio 18, 2012

Previsioni


Chi mi conosce o chi legge cio’ che scrivo sa benissimo che prospettavo il Default finanziario della regione Sicilia da almeno 1 anno. E oggi questi presentimenti si stanno concretizzando.

Del resto e’ pura ipocrisia del Governo di Roma pretendere di non esserne stato a conoscenza fino ad oggi: le clientele e i numeri insostenibili della macchina burocratica siciliana li conoscevamo tutti: 28000  forestali, 21000 regionali, 20000 dipendenti comunali a Palermo solamente…
E lo sperpero dei fondi Europei? Non lo si conosceva forse? Gli scandali sulla formazione professionale?

Eppure nessun warning, nessun richiamo, nulla. Anzi, come ad avallare questa politica, anche 70 milioni da Silvio per pagare la GESIP. E sanno tutti che in Sicilia si cammina in trazzere costruite dai Borboni, o ci sono ancora ferrovie dei tempi del fascismo. Un territorio insomma dove la mafia ha trovato terreno troppo fertile per svilupparsi fino al mostro che e’ oggi. Dove lo Stato non e’ stato mai presente. Dove lo Statuto Speciale, la tanto proclamata Autonomia Siciliana, ha significato “meno controlli e piu’ fondi da chiedere/ottenere”.

Ora ho un’altra previsione: tra pochi giorni il PD non supportera’ piu’ il governo di Raffaele Lombardo, presidente della Regione Sicilia, visto che il default finanziario si avvicina.
A tutti quanti vorrei dire che il PD, Partito Democratico, ha permesso le centinaia di consulenze dell’era Lombardo, nonche’ ha avallato i bilanci fasulli promulgati dalla Regione. Complice fino all’osso dunque, sebbene presto uscira’ dalla maggioranza e dira’ per via dei suoi portavoce che loro non c’entrano nulla…

Ribadisco, il PD, PARTITO DEMOCRATICO, o meglio noto come PDmenoL. E ribadisco pure che il PDL e l’UDC hanno supportato Cuffaro, ex predidente, oggi in galera per Mafia, ideatore dei famosi ATO rifiuti, che prega la Madonna dal carcere, avendo cercato di avvelenarci tutti con 4 mega inceneritori.

Ultima considerazione: cari concittadini Siciliani EGOISTI, che avete  per decenni votato queste carogne putride e fetide, sappiate che la vendita del vostro voto per un posticino precario non solo non e’ servita a nulla, visto che Monti ora vi tagliera’ tutti (giustamente), ma ha contribuito inevitabilmente a farci sprofondare nel degrado e nell’arretratezza con cui oggi conviviamo. Chi e’ causa del suo mal, pianga se stesso.

Fatevi due conti alle prossime elezioni. Anzi, non fatevene proprio, tanto non ci sara’ nessuno da votare, sono tutti uguali.

luglio 12, 2012

Continua l’assalto alla diligenza…


Il sindaco di Messina, tale Sig. Ricevuto, ha la giunta comunale piu’ numerosa in Italia. Nomine su nomine PRETESE dai partiti! E ovviamente il bilancio del Comune fa piangere.

Leggevo oggi che la Sicilia conta 28000 forestali, di cui 26000 precari ad onor del vero…Che sopravvivono in una sorta di ricatto reciproco con la Regione: se i contratti non vengono rinnovati, danno fuoco a tutte le aree che possono, dimostrando a modo loro la necessita’ di personale per quest’isola che brucia con un po’ di caldo. D’altro canto, i politici esercitano su queste migliaia di persone una pressione notevole, in quanto da decenni ormai ne pretendono il voto in cambio ovviamente di questi contrattini…

Tutto per la modica cifra di 693 Milioni di Euro…

Insomma, inutile ricordare che le elezioni si avvicinano, e la corsa alla compravendita di voti con soldi pubblici e’ appena iniziata. Chissa’ se il popolo Siciliano si e’ desto, o continuera’ a votare questi farabutti schifosi! Oggi c’e’ un’alternativa, si chiama Movimento 5 Stelle. Che piaccia o meno, questa e’ un’alternativa al clientelismo e alla falsificazione dei bilanci, che oggi sono piu’ in rosso che mai. Bisogna staccare la spina gente. Mettiamo da parte tutte le nostre simpatie ed ideologie. E’ finita: la politica e’ solo clientelismo e corruzione.

luglio 10, 2012

Assalto alla diligenza…


Ormai la capacita’ di spesa della Regione Sicilia, nella fattispecie in relazione ai servizi sociali, e’ pari a zero. Questa non e’ altro che la cronaca di un fallimento annunciato. Siamo in Default. Giusto per dare alcuni numeri relativi alla gravita’ sociale di questa situazione, vi riporto alcuni elementi:

  • Isole minori totalmente isolate: non ci saranno voli per Pantelleria e Lampedusa in inverno, e sia Egadi che Eolie vedranno tagliati radicalmente i servizi di connessione alla Sicilia;
  • Tagli al trasporto regionale su ruota (del resto ferrovie non ce ne stanno): l’AST e’ allo sbando, e sono stati tagliate di fatto 5000 Km di corse;
  • Le ATO rifiuti sono a secco, totalmente a secco, al punto che non ci sono piu’ i soldi per erogare un servizio minimo. L’immondizia puo’ essere raccolta solo a singhiozzo, con i disagi che cio’ comporta a livello igienico/territoriale.

Ma ecco che in questo scenario apocalittico, che ancora deve emergere in tutta la sua forza (siamo solo all’inizio, al punto zero), oggi all’ARS si e’ lavorato alacremente per la Sicilia. Il presidente della prima Commissione Affari Istituzionali, Riccardo Minardo, ha BLOCCATO il decreto cosiddetto blocca-nomine, che prevedeva un blocco appunto per le nomine effettuate dal governo regionale dopo le dimissioni del Presidente e prima dello svolgimento delle elezioni. In sostanza, la linfa vitale per il clientelarismo. Il tutto sulla base di un emendamento del deputato Livio Marrocco. Per la cronaca, non era nemmeno presente il numero legale…

Ricordiamoceli tutti questi cani farabutti! Ormai la Regione Sicilia e’ fallita, e non si capisce ancora perche’ mai non venga commissariata. Questi porci schifosi si stanno spartendo il bottino prima della catastrofe! Un vero e proprio assalto alla diligenza. Ne combinano una al giorno: le cento nomine di Lombardo, i 7 nuovi consulenti regionali a tempo indeterminato,  questo DDL, i corsi di formazione, le stabilizzazioni di massa. Copertura finanziaria o meno, continuano imperterriti come treni impazziti. Commissariate la Regione Sicilia, la sua classe politica e’ del tutto fuori controllo!

Meditiamo gente, meditiamo! Loro si stanno preparando alle elezioni, e noi?

luglio 9, 2012

Quelle sette nuove assunzioni all’ARS (Assemblea Regionale Siciliana)


Non smettero’ mai di raccontare lo schifo che avviene giornalmente all’Assemblea Regionale Siciliana.

Inutile dire che nonostante si prospetti un default finanziario regionale, nonostante il paese vessi in una crisi economica senza precedenti, nonostante la Sicilia sia ormai alla fame, sette nuovi personaggi entreranno a far parte di un organico che conta piu’ dipendenti di Buckingham Palace. Gli stipendi e i benefit sono veramente incredibili, dell’ordine delle decine di migliaia di Euro al mese.

E del resto, a chi frega che alla Regione non si bandisca un concorso da decenni, che i posti siano ormai venduti per chiamata diretta in cambio di voti. Siamo noi i primi ad avallare il sistema, per il nostro EGOISMO, interesse personale. Pensiamo solo a noi stessi, e a legittimare queste bestie (mi scusino gli animali, loro valgono di piu’ certamente) che fanno i loro porci comodi nei palazzi del potere, in cambio di briciole ossia di un posto di lavoro precario da 800 euro al mese. Il sistema e’ noto da secoli: si affama il popolo, e poi di tanto in tanto gli si danno le briciole, cosi’ da tenerlo sotto controllo e a bada.

Alla prossima tornata elettorale ognuno pensera’ ai cazzi suoi, si vendera’ il voto e sperera’ nel posticino per il figlio, il nipote, il fratello, la moglie etc. Ovviamente fino alle prossime elezioni…E intanto i poveri coglioni che pagano le tasse, che lavorano, che non rubano, devono spessissimo ricorrere a prestiti, emigrare o comunque lottare contro ogni forma di delinquenza, a partire dalla macchinosa burocrazia appositamente ideata per impedire ogni sviluppo legale del territorio. Tutto e’ pensato per creare dipendenza dalla politica! Tutto!

Non ho speranze per le prossime elezioni: in Sicilia ognuno pensa per se! Impossibile vedere novita’. Saranno sempre i soliti a vincere! Da noi c’e’ troppo egoismo e troppi interessi personali. Cio’ che e’ comune non interessa!

luglio 5, 2012

CARI PARASSITI, ANDATE A LAVORARE


parassita

Negli ultimi venti anni credo che la Regione Sicilia non abbia piu’ bandito un concorso. Eppure il personale a carico della Regione stessa e’ cresciuto a dismisura. Oggi abbiamo 22000 precari che PRETENDONO il posto fisso, dopo decenni di contratti a tempo, ottenuti LECCANDO IL SEDERE al politico di turno, che dal canto suo, non ha mai fatto nulla se non i propri interessi.

La gente valida, i vincitori dei concorsi di venti anni fa e piu’ non sono mai stati chiamati, perche’ era necessario finanziare questi squadroni di ignoranti parassiti che vendevano il proprio voto al politico corrotto. Questi precari si difendono dicendo che il bisogno e’ grande e bla bla bla. Ma vorrei chiedere loro se e’ stato giusto, per i loro interessi personali, far salire al potere gente che ha compromesso per sempre il futuro di 5 milioni di persone. E dei loro figli, per quelle poche famiglie che resteranno. E’ emigrata una generazione di laureati e gente onesta per colpa vostra, cari parassiti. Ce lo siamo andati a cercare fuori il lavoro, noi, cari parassiti. Non e’ possibile lavorare/vivere nella societa’ che in massa avete creato voi, cari parassiti. Non e’ possibile viverci onestamente, cari parassiti. E chissa’ quando avremo questo BENEDETTO federalismo fiscale, quando quella minima percentuale di Sicilia produttiva che paga le tasse dovra’ sostenere un carrozzone Regionale allucinante. Cosa direte cari parassiti? Pagateci per non fare un cazzo o vi bruciamo le case?

Che bello il sistema che avete creato cari parassiti. Chi lavora onestamente e paga le tasse, oggi, nella societa’ che avete avvelenato, soccombe. E sopravvive solo l’abusivo: il posteggiatore, il venditore, il costruttore…tutto cio’ che e’ abusivo sopravvive.

Chi vuole lavorare, un lavoro lo cerca o se lo crea. Emigra o rischia. Ma il solo luogo al mondo in cui lo si pretende in casa propria e senza far nulla e’ la Sicilia.

Quindi dico a tutti questi precari, ENTRATI TUTTI SENZA CONCORSO PUBBLICO, che ora parlano di malapolitica con un’ipocrisia disgustosa, CARI  PARASSITI, ANDATE A LAVORARE.