Posts tagged ‘Economia’

luglio 5, 2012

CARI PARASSITI, ANDATE A LAVORARE


parassita

Negli ultimi venti anni credo che la Regione Sicilia non abbia piu’ bandito un concorso. Eppure il personale a carico della Regione stessa e’ cresciuto a dismisura. Oggi abbiamo 22000 precari che PRETENDONO il posto fisso, dopo decenni di contratti a tempo, ottenuti LECCANDO IL SEDERE al politico di turno, che dal canto suo, non ha mai fatto nulla se non i propri interessi.

La gente valida, i vincitori dei concorsi di venti anni fa e piu’ non sono mai stati chiamati, perche’ era necessario finanziare questi squadroni di ignoranti parassiti che vendevano il proprio voto al politico corrotto. Questi precari si difendono dicendo che il bisogno e’ grande e bla bla bla. Ma vorrei chiedere loro se e’ stato giusto, per i loro interessi personali, far salire al potere gente che ha compromesso per sempre il futuro di 5 milioni di persone. E dei loro figli, per quelle poche famiglie che resteranno. E’ emigrata una generazione di laureati e gente onesta per colpa vostra, cari parassiti. Ce lo siamo andati a cercare fuori il lavoro, noi, cari parassiti. Non e’ possibile lavorare/vivere nella societa’ che in massa avete creato voi, cari parassiti. Non e’ possibile viverci onestamente, cari parassiti. E chissa’ quando avremo questo BENEDETTO federalismo fiscale, quando quella minima percentuale di Sicilia produttiva che paga le tasse dovra’ sostenere un carrozzone Regionale allucinante. Cosa direte cari parassiti? Pagateci per non fare un cazzo o vi bruciamo le case?

Che bello il sistema che avete creato cari parassiti. Chi lavora onestamente e paga le tasse, oggi, nella societa’ che avete avvelenato, soccombe. E sopravvive solo l’abusivo: il posteggiatore, il venditore, il costruttore…tutto cio’ che e’ abusivo sopravvive.

Chi vuole lavorare, un lavoro lo cerca o se lo crea. Emigra o rischia. Ma il solo luogo al mondo in cui lo si pretende in casa propria e senza far nulla e’ la Sicilia.

Quindi dico a tutti questi precari, ENTRATI TUTTI SENZA CONCORSO PUBBLICO, che ora parlano di malapolitica con un’ipocrisia disgustosa, CARI  PARASSITI, ANDATE A LAVORARE.

Annunci
marzo 6, 2012

Italia vs. tutti


Fino a pochi anni fa, tanto per intedenderci, inizio 2000, si parlava di crisi in Europa, in Italia, ma si facevano i conti su chi stesse meglio fra noi, Germania, Francia, Inghilterra. Eravamo, non voglio che si dimentichi, la prima potenza manufatturiera in Europa, e ancora lo siamo in tantissimi settori (ovviamente ci si riferisce solo a Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna).

Oggi guardiamo solo lo spread, il debito pubblico, il PIL, il deficit, l’indebitamento medio, etc. Ma la cosa piu’ assurda e’ che lo facciamo confrontandoci con la Spagna, che rispetto a noi era, ed e’ ancora, una nano-economia. Hanno un debito pubblico che e’ bassissimo, ma il loro PIL lo e’ altrettanto, in quanto il paese produce poco, molto poco. E la maggior parte dei loro introiti dipendono dall’afflusso di denaro estero, rendendo la loro economia debole e soggetta alle oscillazioni dell’economia mondiale.

Quello che mi rattrista e’ che in un decennio siamo riusciti a dilapidare tutto, o quasi, il gap che avevamo sulle altre nazioni Europee in tantissimi settori, finendo appunto con il confrontarci tra poveri. Non e’ un ragionamento snob, e personalmente ADORO la Spagna e gli spagnoli. Punto il dito contro l’Italia, contro SB, che in pochi anni, insieme alla nostra complicita’, ci ha consegnato un paese ultimo in tutte le graduatorie al mondo, senza banda larga e senza un settore economico trainante. Nessun piano energetico a lungo termine, nessuna legge su lavoro e programmazione circa ricerca e sviluppo. E in assoluto, zero investimenti in scuola e universita’.

A breve, la Spagna ci avra’ piu’ che sorpassato. Chi non ha programmi a lungo termine soccombe…