Posts tagged ‘camorra’

luglio 15, 2012

TAV


TAV: ti chiedi a cosa serva…Sono 22 miliardi di Euro per un’opera che consentira’ il trasporto di merci a 300 Km/h tra Italia e Francia.

Ma non si dovrebbe accorciare la filiera? In sicilia produciamo pomodori che vengono confezionati in Campania e distribuiti dal Lazio, pagando cio’ che abbiamo sotto casa, sotto il naso, 3 o 4 volte il prezzo reale. E si sa che ci sono mafia e camorra dietro tutto questo. Stesso discorso per ogni genere alimentare autoctono.

Per la TAV di che parliamo, di prodotti industriali, di generi alimentari? Cosa c’e’ che ci manca che dobbiamo importare dalla Francia, e cosa manca ai Francesi che solo noi abbiamo a poche centinaia di Km?  Insomma, non possiamo investire per produrre in loco? In Liguria, Piemonte, in modo da ridurre la filiera e abbassare i costi per la gente? E l’ambiente? Nessuno pensa a chi vive in quelle aree? Possibile che per i nostri politici contino solamente i soldi?

Piu’ cerco risposte all’utilita’ della TAV, e piu’ queste mi sembrano tristemente ovvie: Andrangheta. Ecco a chi serve veramente la TAV. Perche’ francamente possiamo fare a meno di una cipolla spedita a 300 Km/h dalla Francia…

Annunci
maggio 23, 2012

Vent’anni dopo…


Oggi e’ una giornata di commemorazione, di ricordo, e si tirano anche le somme degli ultimi vent’anni di lotta alla mafia.

Sono stati presi i mandanti della strage di Falcone, mentre l’attentato a Borsellino resta tutto un punto interrogativo, fatto di depistaggi e sospetti inquietanti come la trattativa Stato-Mafia, che non e’ piu’ solo un sospetto direi…
Per il resto, non posso che constatare un Cuffaro, presidente della Regione Sicilia, in galera per reati legati alla Mafia, cosi’ come un Lombardo, presidente della Regione Sicilia, in attesa di giudizio per reati anch’essi legati alla Mafia.
A certi livelli non e’ cambiato nulla mi viene da dire. Infatti non aggiungo le decine di parlamentari Siciliani e non connessi a camorra, andrangheta e mafia appunto. Siedono sempre li’, impuniti e spesso considerati dei perseguitati, soprattutto dal nostro ex presidente del consiglio. Di sicuro il martirio di tante persone, per mano della mafia, non ha destato nessuna coscienza li’ in alto.

Ma non pensate che l’elezione di Cuffaro o Lombardo abbia tanto a che fare con i cittadini. Nessuno in Sicilia puo’ scegliere chi votare. In Sicilia fanno tutto i partiti. Non c’e’ democrazia. Fanno leggi ad-hoc, si presentano a blocchi di mille partiti coalizzati 50% a destra e 50% a sinistra, si spartiscono le poltrone, e poi nominano QUASI SEMPRE un presidente mafioso, almeno stando ai fatti concreti. E’ un sistema che funziona cosi’ da sempre, e che puo’ essere scardinato solo orientando il proprio voto verso qualcuno che veramente non ha legami con i partiti. Come i Grillini, giovani spesso casti e puri, per ora.

Di certo e’ che la coscienza civile e’ stata molto piu’ scossa da queste stragi che la politica italiana, che mantenendo e anzi ampliando il suo distacco con la cittadinanza, favorisce e nomina tutt’oggi questi esponenti politico-mafiosi.

Spero che alle prossime elezioni Siciliane i cittadini diano un segnale di forte distacco da questa gentaccia, che da Cuffaro, costantamente visitato dall’amico Casini, a Lombardo, continuano a infangare il nome di questi splendidi magistrati.