Carini: tra immondizia, scale mobili e Sindaci che accusano…


Sono stato recentemente in Sicilia per una decina di giorni. Sono arrivato un Martedi, di sera.

Al solito, il benvenuto e’ stato condito con una buona seppur non ancora maleodorante dose di immondizia. Tutto come sempre mi sono detto, ma vabbe’. Con il passare dei giorni, ho notato come la stessa immondizia non fosse stata puntualmente disposta. Passavano i giorni, e le pile diventavano colline, montagne e infine distese infinite e puzzolenti di immondizia. Per tutto il paese e la periferia.

Ne ho parlato con degli amici miei del luogo: la rassegnazione ormai e’ la regola. Nessuno crede piu’ in un futuro per questi territori. Si alternano una giunta dopo l’altra, quasi sempre composte da gente che cura solo gli interessi dei mafiosi della zona. L’immondizia sommerge i cittadini, e i giovani sono ormai rassegnati: osservano e si turano il naso, guardando altrove. Gli chiedi perche’ mai non si interessino attivamente alla vita politica/amministrativa della citta’, ma ci pensi e dici: ma chi te lo fa fare interloquire con consiglieri comunali con la 3a elementare o 3a media, che non sono capaci di esprimersi in Italiano, che offrono spettacoli indecorosi e infami alle scolaresche che assistono alle sedute del consiglio (sempre che queste avvengano, visto che spesso gli studenti sono costretti a tornare a scuola causa mancato raggiungimento del numero legale). Addirittura uno di loro si e’ complimentato con i bambini per avere parlato in Italiano. E quando le sedute avvengono, si parla solo di SOLDI, SOLDI, SOLDI. Nessuna iniziativa per la gente, nessuna delibera per migliorare la vita dei cittadini. L’unica piazza del paese, che sarebbe bellissima, e’ invasa da auto, smog e sporcizia. I vigili fingono di non vedere, non disturbano i veri padroni…

Oddio che si emetta un’ordinanza atta a regolamentare la circolazione o il parcheggio delle auto in piazza…No, il topic principale sono i soldi. I soldi per l’immondizia non ci sono ovviamente. Chissa’ dove sono finiti. Ma l’argomento non si tocca, non si sfiora. Li’ ci sono interessi troppo grossi, troppo alti, e la torta e’ veramente ghiotta.

Emergenza = soldoni in Italia, in Sicilia. Quindi, e’ giusto arrivare all’emergenza. E’ giusto perche’ cosi’ i soldi arrivano, in quantita’, e si mangia tutti, senza far nulla ovviamente. E se i rifiuti ad un certo punto bruciano, nella notte, a chi importa che l’aria che si respira, che i bambini del luogo respirano, e’ piena di diossina? Ovviamente i tumori non arrivano subito, ma arrivano prima o poi se respiri sempre veleno. Ma a chi frega sapere che nelle classifiche nazionali ci sono aree della Sicilia con tassi di incidenza dei tumori elevatissimi? Meglio non divulgare certe informazioni.

Io so solo che al 7mo giorno i miei occhi bruciavano, e non vedevo l’ora di scappare da quei posti meravigliosi e maledetti, abusati in ogni senso: discariche abusive, rifiuti tossici, case abusive. A Carini non c’e’ piu’ il mare, solo divieti di balneazione e orrende catapecchie che si affacciano a un metro dal mare. Un tempo, dove oggi ci sono centri commerciali, autostrada e case schifose prima c’erano dune di sabbia e acque trasparenti.

La mia rabbia e’ scoppiata sentendo questa intervista al Sindaco di Carini, sull’emergenza rifiuti. Ricordo che quest’uomo, in campagna elettorale proponeva la costruzione di scale mobili nel paese, stile Cetto la Qualunque. A Carini ci sono scale medievali bellissime per andare su e giu’ per il piccolo borgo medievale. Ma questa persona, con questa proposta, ha vinto. Cetto la Qualunque, appunto, e’ stato votato, e ha vinto. E’ reale. E allora capisci perche’ i giovani perdono le speranze! E capisci che non c’e’ speranza in quelle terre. Guardate come questa persona, tale Pino Agrusa, PDL, accusa la gente di incivilta’ per la questione dei rifiuti. Per decine di giorni questi non vengono raccolti, ma la colpa e’ della gente che li butta.

Concludo con una proposta agli amici carinesi. Ci si dia un appuntamento, un giorno X. Vediamo se l’ immondizia viene raccolta, e se dopo due giorni i sacchetti sono ancora li’ dove si trovano, si portino, tutti insieme davanti l’ingresso del comune. Vediamo se resteranno li, o li rimuoveranno….

Basta formare un gruppo su FB, selezionare un Immondizia-DAY. E’ facile, funzionera’. Tanto, l’alternativa e’ morire avvelenati dalla Diossina che ogni giorno ormai si sprigiona nell’aria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: