In memoria di Peppino Impastato


Image

34 anni fa moriva Peppino Impastato, ucciso barbaramente da qualcosa che puzza indecentemente di merda, qualcosa che fa rima con morte, qualcosa che produce ribrezzo gia’ con il suono orribile, che rende vergogna ad un’intera Regione solo pronunciare le sue due sillabe: Mafia.
Peppino Impastato parlava, denunciava e non si piegava. E se fosse stato ancora tra noi, presto o tardi avrebbe fatto la stessa fine. Perche’ a comandare in Sicilia sono sempre loro, attraverso le istituzioni.
Quanti Cetto la Qualunque nei paesini intorno a Cinisi, che ti promettono scale mobili al posto di splendide scale medievali ricoperte di immondizia, che ti costringono a fare lo Slalom attraverso montagne di rifiuti putridi e puzzolenti, gas di scarico e chissa’ quante scorie di amianto per non dire altro. Parlano solo di opere inutili e irrealizzabili solo perche’ vogliono favorire i loro amichetti Mafiosi. Arrivano i soldi e li danno alle imprese mafiose. In cambio voti, denaro e la villetta in campagna o a 2 metri dal mare.
Li conosciamo e li conoscete tutti, perche’ vengono sistematicamente ELETTI e RIELETTI.

E tutto e’ sempre e solo come prima. Tutto impunito, tutto consentito, tutto tollerato, e intanto a noi ci tocca vivere cosi’ (link ad un post stupendo apparso su MobilitaPalermo):

http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2012/05/09/quanto-fai-schifo-palermo/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: