I sottomarini Tedeschi, gli elicotteri Francesi e la crisi Greca


Forse non tutti sanno a che prezzo la Grecia sta pagando questa sua crisi.

La Grecia e’ la nazione Europea che spende di piu’ per armamenti e tra i paesi NATO e’ seconda solo agli Stati Uniti.

La sua spesa per armamenti e’ aumentata del 18% dal 2009 ad oggi. Voi direte, sono pazzi, irresponsabili!

No no, sono solamente in Europa…

La Grecia aveva chiesto l’annullamento di un ordine di 4 sottomarini ThyssenKrupp di utima generazione. Ma la Merkel ha detto: prestito o non prestito? Fallimento e calcio nel sedere o sopravvivenza a condizioni disumane?

A spolpare i Greci ha poi contribuito il grande Sarkozy. Grazie alla sua influenza nei confronti della Merkel, che poi e’ solo riverenza e servilismo, ha pressato per il prestito alla Grecia a patto che acquistassero pure 15 elicotteri francesi.

Insomma, la Grecia e’ costretta a spendere come nessuno al mondo per i suoi armamenti. Il rischio e’ la perdita dei prestiti e il conseguente fallimento. Piccola nota: i sottomarini teteski non funzionano. Dopo il collaudo Greco, il sistema di navigazione e’ risultato difettoso…Chissa’ perche’ la ThyessnKrupp consegni certe procherie e chissa’ se questo e’ il loro modo di lavorare…

Ma chi sono i paesi piu’ esposti alla crisi Greca? Ooops, proprio Germania e Francia. Ma anche questo e’ gestito in modo assurdo da quella che chiamano Banca Centrale Europea…Europea, gia’. Facendo prestare denaro all’1% alle loro banche – ricordo che la BCE e’ una protuberanza della Bundesbank –  (e non solo, la torta greca se la spartiscono tutti), si comprano il debito greco a tassi di interesse pazzeschi.

Che i Greci devono pagare ovviamente! Ma come? Non producono, sono messi alle strette, bloccati. Possono solo fare debito. E intanto la popolazione soffre, patisce la fame quasi, e le persone si suicidano ogni giorno…

Signori, lo vogliamo capire o no che la dobbiamo smettere con questa Europa fatta da paesi deboli e forti? O le leggi sono uguali per tutti, o per nessuno. O le regole si stabiliscono a priori, o e’ meglio non starci dentro. E che la BCE non e’ la banca tedesca, ma e’ la banca Europea. Altrimenti che si fottano tutti. Ognuno per la sua strada.

Bisogna rinegoziare il debito, bisogna abbassare i tassi per tutti. All’1%, che e’ quanto la BCE offre alla banche che comprano titoli Italiani e Spagnoli adesso.

Come sempre, quel “populista” di Grillo ha ragione.

Annunci

One Comment to “I sottomarini Tedeschi, gli elicotteri Francesi e la crisi Greca”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: