Il bipolarismo oggi: noi (il popolo) e loro (i partiti)


Ieri ho seguito l’intervista a Lusi, tesoriere della Margherita di Rutelli, poi confluita nel PD.

La cosa che mi ha sconvolto e’ che questa persona confessa chiaramente e pubblicamente di aver rubato milioni di euro, confessa pubblicamente che ovviamente tanti sapevano perche’ non potevano non sapere, confessa pubblicamente che 180 milioni di euro sono scomparsi. E lo fa tranquillamente seduto su una bella poltrona di velluto, vestito molto bene, e con una bella faccia tosta che non mostra il minimo pentimento. Anzi, ammette con molta pacatezza di non essere un Santo.

E’ assolutamente inutile commentare tutto cio’, e comunque i vari Rutelli, PD, PDL, UDC faranno di tutto affinche’ questa storia sia dimenticata presto. Ma e’ molto triste tuttavia pensare che noi, pur avendo un solo strumento nelle mani, il voto, per crearci una speranza per il futuro, tra poco piu’ di un anno saremo in una cabina elettorale a segnare una crocetta su una di quelle sigle maledette: PD, PDL, UDC, IDV, LEGA, MPA etc.

Non dimentichiamo gente che il Movimento 5 Stelle nasce proprio come alternativa ai partiti, e non e’ un partito, siamonoi. Questo e’ ormai il bipolarismo: noi e loro, persone e partiti(*).

(*)A scanso di equivoci, non ho alcun interesse nei confronti di questo movimento, non ho nessuna volonta’ di fare politica.

 

 

Annunci

One Comment to “Il bipolarismo oggi: noi (il popolo) e loro (i partiti)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: