Conti che non tornano


Se 150.000 lire corrispondevano a 77,47 euro nel 2002 (1 Euro = 1936,27), e sulla base dei dati ISTAT l’inflazione dal 2002 ad oggi ha causato una rivalutazione dell’1.8% del costo della vita (ripeto, dati ISTAT), questi 77,47 euro dovrebbero essere 90,96 euro nel 2011. Eppure, anche la piu’ minuscola stronzata di fatto costa il 50% di piu’, se non il 100% in piu’ in tantissimi casi rispetto al 2002.

La domanda sorge spontanea: dove sono finiti o dove vanno a finire il resto dei soldi, questo surplus sul valore effettivo delle cose che giornalmente paghiamo. C’e’ un costo extra abnorme, molto piu’ elevato del valore effettivo dei beni di consumo che compriamo quotidianamente. Tuttavia cio’ non si traduce in maggiore ricchezza collettiva: gli stipendi sono fermi da 20 anni, e conseguentemente il potere d’acquisto e’ diminuito in modo indecente.

Forse pochi si arriscono? Mah, le banche dicono (dicono!) che non hanno piu’ un euro e sperano nella BCE e nell’FMI. La gente dice che non ha piu’ un euro (verosimile!), spolpata ora anche dalle tasse.

Insomma, dove sono i soldi degli Italiani? Come si e’ creato sto debito, visto che nel 2002 (anno di ingresso nell’Euro) il nostro rapporto debito/PIL era minore del 3%?
E’ un mistero, o e’ l’effetto della globalizzazione, che ha spostato immensi capitali all’estero, e comq fuori dal nostro paese?

Mi viene da dire che e’ proprio questo il vero problema: i capitali sono in fuga dall’Italia e in genere dall’Occidente, per concentrarsi nelle mani di pochi. Lo chiamano mercato, ma e’ proprio questo il modo di nascondere i soldi, farli sparire, e legalizzarne la richiesta ulteriore. E’ un meccanismo senza fine, che diverge! Ci facciamo prestare soldi ora al tasso del 6.5%, ma non bastano mai, e con questo famoso spread il fabbisogno aumenta sempre.

Una sola nota: il PIL modiale e’ di 60.000 milardi di dollari, il debito mondiale complessivo e’ di 800.000 miliardi  di dollari. Fatevi voi due conticini, ma a me sembra che questi conti proprio non tornano…

Annunci

One Comment to “Conti che non tornano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: