La lira…


Ricordi. Poco piu’ di dieci anni fa c’era la Lira. La mattina mi alzavo e trovavo un bel cornetto al cioccolato caldo caldo che mia mamma faceva arrivare dal forno sotto casa. Il cornetto costava 500 lire. Una bella tazza di caffe’, e via con l’autobus o in bici all’Universita’. La mattinata trascorreva tra corsi e caffe’ al bar di Ingegneria (600 lire), e si scappava per le 12 per andare a nuotare, biglietto di ingresso 2000 lire, in piscina. Si tornava a casa, bel piatto di pasta, caffe’ e riposino a letto, a guardare Ken il guerriero o qualche altro cartone animato. Pomeriggio a studiare, con passeggiata la sera in giro per Palermo, con annesso gelato (1500 lire) o pezzo (1500 lire), dipendentemente dal periodo. Si guardavano i negozi, si pianficava qualche acquisto (jeans Helmut Lang da Giglio 170000 lire, camicia Armani 90000 lire, maglia D&G 130000). Poi si andava a fare la lezione privata ai ragazzi delle medie o del Liceo (20000 l’ora). Si raccoglieva qualcosina, in attesa del fine settimana. Shopping, fumetti (Manga!), e la paghetta del papa’ (10000/15000 lire), ad integrare tutto. Quella paghetta ti permetteva di campare tutta la settimana: trasporti, cornetti, caffe’. Si usciva la sera: pizza/panino, talvolta in disco, spesso in un pub, al piu’ 20000 di spesa. Totale: 35000 lire la settimana, per trasporti, nuoto, colazione, uscite il sabato sera; qualche soldino racimolato dalle lezioni private per i capricci personali.

Vivevo da pascia’. Ero felice, si stava bene. La famiglia era felice. Si campava dignitosamente, la citta’ era pulita, c’era sempre il sole, sorridevo sempre. Adoravo l’Italia, adoravo la vita nella mia Palermo.

Poi un giorno venne un uomo di m***a di nome Romano Prodi, che dopo aver svenduto mezza IRI allo straniero, ci ha detto che bisognava entrare nella moneta unica. Era fondamentale, ne avremmo giovato tutti. Lui, il Professore, diceva questo…

2012: Governo Monti, altro salasso agli Italiani. Italia povera, poverissima piu’ che mai. La mia citta’ e’ un letamaio, l’educazione e la civilta’ delle persone si sono perse insieme al degrado urbano. Facevo un conticino stamattina. Per fare la stessa vita di prima oggi avrei bisogno all’incirca di 70 euro a settimana, contro le 35000 lire del 1998 o 1999. Se 35000 lire sono 18 euro piu’ o meno, allora il costo della vita e’ quadruplicato oggi. Eppure gli stipendi sono gli stessi. In Unipa mi davano 865 euro al mese, molto lontani dal milione e seicentomila lire di qualche anno fa.

E allora mi viene in mente una persona con una faccia di c**o come mai viste, che ha svenduto l’industria del mio paese e che mi diceva che avrei goduto di questo Euro che oggi gli Italiani stanno salvando con i propri risparmi. Si’, i risparmi piu’ alti di Europa, che tutti ci invidiano, e’ bene ricordarlo. L’85% degli Italiani ha una casa, la piu’ alta percentuale d’Europa. Con la Lira l’Italia era una forza. Si stava bene. E la Germania? Con il Marco stentava, andava male!

Beh la Germania, dopo il trattato di Maastricht in cui si definivano i parametri per l’Euro, e’ diventata piu’ ricca che mai. E mentre noi firmavamo quei trattati, anzi, il faccia di c**o li firmava tutto contento e rideva, altri ridevano piu’ forte, fortissimo, perche’ sapevano che sarebbe stato l’inizio della loro ascesa incontrastata e l’inizio della nostra fine inesorabile.

Chiudo con una frase del pezzo di m***a, del faccia di culo che in Italia chiamiamo “Professore”, che ha svenduto l’IRI e ha dilapidato quanto costruito dopo la guerra: “L’Italia, con l’entrata nell’Euro avrebbe risparmiato in interessi sui Titoli di Stato”. Oggi paghiamo il 6,55% a 6 mesi…Lo chiamiamo “il Professore” in Italia. Ma e’ suo figlio ora il professore ordinario all’universita’. Lui e’ in pensione, quella che molti di noi forse non vedranno mai!

(la prossima puntata e’ sulla SME, Società Meridionale di Elettricità, una storia che tutti dovete sapere, tutti devono sapere come questo paese e’ stato svenduto!)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: